By visiting KLM.com you accept the use of cookies. Read more about cookies.

Il Getty Center: più che un museo, un’opera d’arte

Pietra, vetro e metallo (e un budget da miliardi di dollari) sono serviti all’architetto Richard Meier per creare il Getty Center. Questo museo, situato in cima a una collina, attira i visitatori non solo per la sua vasta collezione d’arte, ma anche per la sua splendida struttura architettonica.

Il magnate del petrolio J. Paul Getty era un grande collezionista d’arte, con una collezione inestimabile. Nel 1954 decise di aprire il J. Paul Getty Museum, ospitato inizialmente in un una parte della sua villa di Malibù. La collezione divenne presto troppo vasta per la villa, così Getty ne aggiunse una seconda aperta al pubblico. Sfortunatamente morì prima che la sua costruzione fosse terminata, ma lasciò gran parte della sua fortuna al museo. Questa somma è stata parzialmente investita nel Getty Center, che ha visto la luce nel 1997.

Il J. Paul Getty Museum

USA

Los Angeles

Il Getty Center: un simbolo architettonico

Capolavoro architettonico

Il complesso è costituito da 11 edifici circondati da meravigliosi spazi verdi, fontane e sculture. La collezione d’arte di Getty è talmente vasta che i 4 spazi espositivi del centro ne presentano solo una parte. Non è tuttavia solo la collezione d’arte ad attirare i visitatori, ma anche l’architettura originale dell’edificio. Meier ha combinato le superfici bianche e lisce tipiche del suo stile con materiali più tradizionali che riflettono invece lo spirito della collezione di Getty. Le forme prevalenti sono quelle squadrate e le linee orizzontali. Tour incentrati sull’architettura mostrano nel dettaglio la visione e la tecnica di questo architetto.

Il suono dell’acqua

Lo splendido Central Garden, nel cuore del Getty Center, è stato progettato dall’artista Robert Irwin. Vi si arriva percorrendo un sentiero che segue un ruscello, fino a un laghetto su cui galleggia un labirinto di azalee. Lungo il sentiero si soffermi ad ascoltare il suono dell’acqua: le pietre sono state posizionate con cura nell’acqua al fine di creare speciali effetti sonori. Anche la posizione delle piante lungo il ruscello non è casuale, sono state infatti raggruppate secondo la loro struttura e il loro colore.

I giardini del Getty Center
Gli Iris di Van Gogh al Getty Museum

Collezioni internazionali nel museo

La collezione del museo è ospitata in 4 padiglioni: nord, sud, est e ovest. La mostra comprende opere provenienti da Europa e America del Nord, dal Medioevo a oggi. Alle pareti si possono ammirare capolavori di celebri pittori come Van Gogh, Cézanne, Rembrandt e Renoir. Oltre ai quadri, il Getty espone sculture e pezzi d’arte decorativa. Uno degli elementi più famosi della collezione è la statua in bronzo di Venere e Cupido del 1550, dello scultore italiano Jacopo Sansovino.

Un assaggio di deserto

Situato subito dietro il padiglione ovest, il South Promontory riproduce un paesaggio desertico. Il giardino è ricco di piante in diverse tonalità di blu, viola e grigio che si che si mescolano perfettamente con la vegetazione del resto della collina. Da qui potrà godere di una meravigliosa vista panoramica della città. L’architetto ha pianificato attentamente ogni dettaglio. Dal parcheggio ai piedi della collina i visitatori possono salire fino al Getty Center a bordo di un tram elettrico, progettato da Meier per “trasferire” letteralmente le persone lontano dalla loro routine quotidiana.

Il Getty Center circondato dalla vegetazione

Crediti fotografici

Maggiori informazioni su Los Angeles

Inizio pagina
  • www.airfrance.com
  • www.skyteam.com