By visiting KLM.com you accept the use of cookies. Read more about cookies.

Articoli da 16 a 20 delle nostre condizioni generali di trasporto per passeggeri e bagagli.

ARTICOLO 16: DISPOSIZIONI PER SERVIZI AGGIUNTIVI

16.1 Qualora il Vettore, nell’ambito di applicazione del Contratto di Trasporto e soggetto alle leggi applicabili, accettasse di fornire servizi aggiuntivi oltre al trasporto aereo, o nel caso in cui il Vettore emettesse un Biglietto o un voucher per il trasporto o altri servizi, come per esempio prenotazioni di alberghi o noleggio auto, il Vettore dovrà essere considerato soltanto come agente a nome e per conto di una parte terza (salvo diversamente convenuto esplicitamente) e non rappresenterà la controparte del Passeggero per tali servizi. Saranno applicabili le condizioni di trasporto o di vendita che disciplinano le attività di tali soggetti terzi. 

16.2 Qualora il Vettore offra ad un Passeggero servizi di trasporto a terra o via mare (treno/bus/nave ecc.), il Vettore agisce soltanto in qualità di agente, a nome e per conto di un terzo, anche laddove tale trasporto sia identificato con il Codice di Designazione. A detti trasporti a terra o via mare potrebbero applicarsi diversi sistemi di responsabilità. Le condizioni di trasporto e i sistemi di responsabilità sono disponibili, su richiesta, presso il soggetto che fornisce il trasporto a terra/via mare. Il Vettore non è responsabile per Danni a Passeggeri ed al loro Bagaglio durante il trasporto su rotaia, strada o via mare.

ARTICOLO 17: VETTORI AEREI CONSECUTIVI

17.1 Ai fini dell’applicazione della Convenzione, il Trasporto Aereo effettuato da diversi Vettori consecutivi, sia nel caso in cui venga emesso un solo Biglietto sia nel caso in cui venga emesso un Biglietto di Congiunzione, costituisce una singola operazione.

17.2 Qualora il Vettore abbia emesso il Biglietto o sia il Vettore indicato come il primo sul Biglietto o sul Biglietto di Congiunzione emesso per il trasporto consecutivo, il Vettore non sarà ritenuto responsabile per i segmenti di viaggio operati da altri Vettori, ad eccezione di quanto indicato nel seguente paragrafo 3.

17.3 In caso di distruzione, perdita, ritardo, o danno al Bagaglio Consegnato, i Passeggeri o i loro beneficiari possono presentare reclamo contro il Vettore che ha operato il viaggio durante il quale si è verificata la distruzione, la perdita, il ritardo o il danno. I Passeggeri hanno anche il diritto di agire nei confronti del primo o dell’ultimo Vettore.

ARTICOLO 18: FORMALITÀ AMMINISTRATIVE

18.1 Disposizioni Generali
(a) Ai Passeggeri è richiesto, sotto la propria responsabilità, di provvedere a tutti i documenti specifici, i visti ed i permessi necessari per il viaggio e, laddove applicabili, a quelli applicabili per i propri figli minori e/o per i passeggeri di cui sono responsabili e/o per gli animali che viaggiano con loro, e devono inoltre rispettare tutte le disposizioni di legge (leggi, regolamenti, ordinanze, requisiti e disposizioni) degli Stati di partenza, arrivo e transito, oltre a tutte le norme e istruzioni inerenti del Vettore.
(b) Il Vettore non sarà responsabile per le conseguenze subite dal Passeggero in caso di mancato rispetto degli obblighi di cui all’Articolo 18.1 (a).

18.2 Documenti di Viaggio
(a) I Passeggeri sono tenuti a presentare i documenti di ingresso, uscita e transito, oltre ai certificati sanitari e altri documenti richiesti dai regolamenti applicabili (leggi, regolamenti, ordinanze, requisiti e disposizioni) negli Stati di partenza, arrivo e transito. I Passeggeri devono inoltre consegnare al Vettore e/o consentire al Vettore di fare una copia di tali documenti, se necessario, o di registrare le informazioni in essi contenute.
(b) Il Vettore si riserva il diritto, in conformità all’Articolo 9, di rifiutare il Trasporto nel caso in cui un Passeggero non rispetti le leggi e i regolamenti applicabili, il Vettore nutra dubbi riguardo alla validità dei documenti presentati, o il Passeggero non permetta al Vettore di fare e conservare copie dei documenti o altrimenti di conservare i dati contenuti in detti documenti.
(c) Il Vettore non sarà responsabile per le perdite o le spese sostenute dai Passeggeri che non rispettano le disposizioni del presente Articolo.

18.3 Ingresso negato
Se a un Passeggero è stato negato l’ingresso in un territorio, lo stesso dovrà pagare tutte le spese o le ammende imposte al Vettore da parte delle autorità locali, oltre alla Tariffa Comprensiva di Tasse per il trasporto se il Vettore, per ordine governativo, dovrà rimpatriare il Passeggero fino al punto di partenza o altro luogo. Il prezzo del Biglietto acquistato per il trasporto fino alla destinazione che ha negato l’ingresso al Passeggero non verrà rimborsato dal Vettore. Per motivi di sicurezza e buon ordine, il comandante e/o la polizia di scorta possono trattenere i documenti del Passeggero sotto custodia durante il volo fino al punto di partenza o altro luogo.

18.4 Responsabilità del Passeggero Rispetto ad Ammende, Costi di Detenzione, ecc
Nel caso in cui al Vettore fosse richiesto di pagare o di depositare l’ammontare di una spesa o ammenda, o incorresse in spese per la mancata osservanza, volontaria o involontaria, da parte di un Passeggero dei propri obblighi d’ingresso nel Paese di destinazione o per cause relative alla mancata presentazione dei documenti richiesti o invalidità di tali documenti, il Passeggero in questione, su richiesta del Vettore, rimborserà a quest’ultimo tutte le somme inviate o depositate a causa del Passeggero. Al fine di coprire queste somme, il Vettore può utilizzare tutti gli importi pagati per la parte del trasporto ancora non realizzato o altri importi del Passeggero trattenuti dal Vettore. 

18.5 Ispezioni Doganali
(a) Se richiesto dai funzionari doganali o da altre autorità governative, i Passeggeri saranno tenuti ad assistere all'ispezione dei propri Bagagli (in ritardo, Consegnati o Non Consegnati). Il Vettore non si assumerà alcun obbligo in caso di perdita o Danno subito dal Passeggero che non osservi tale disposizione.
(b) I Passeggeri risarciranno il Vettore nel caso in cui le loro azioni, omissioni o negligenze provochino Danni al Vettore, tra cui, senza limitazioni, la mancata osservanza delle disposizioni del presente Articolo o nel caso in cui il Passeggero non consenta l’ispezione del Bagaglio richiesta dal Vettore.

18.6 Controlli di Sicurezza
(a) I Passeggeri sono tenuti a sottoporsi ai controlli di sicurezza richiesti dalle autorità governative o aeroportuali o dallo stesso Vettore.
(b) Il Vettore non può essere ritenuto responsabile per essersi rifiutato di trasportare un Passeggero, in particolare nel caso in cui tale rifiuto, in applicazione del proprio criterio ragionevole, sia garantito dalla legge, dalle normative e/o dalle disposizioni applicabili.

ARTICOLO 19: RESPONSABILITÀ PER DANNI

19.1 Disposizioni Generali
La responsabilità del Vettore sarà determinata dalle Condizioni Generali di Trasporto del Vettore Contrattuale, fatta eccezione per quanto diversamente stabilito e portato all'attenzione del Passeggero. Nel caso in cui il Vettore Contrattuale sia KLM, si applicherà quanto segue: 

19.1.1 La responsabilità per il Trasporto effettuato in base alle presenti Condizioni Generali di Trasporto è disciplinata dalle regole di responsabilità definite dalla Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, e dalla Normativa (CE) No. 889/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 maggio 2002 che modifica la “Normativa del Consiglio (CE) No. 2027/97 del 9 ottobre 1997 in materia di responsabilità del Vettore aereo in caso di incidenti, per quanto riguarda il trasporto di Passeggeri e dei loro Bagagli”. 

19.1.2 Nella misura in cui quanto segue non sia in contrasto con il contenuto delle presenti Condizioni Generali di Trasporto ed in conformità con la Convenzione, si applicherà quanto segue:
(a) La responsabilità del Vettore è limitata ai Danni verificatisi durante il Trasporto Aereo per il quale sul Coupon o sul Biglietto corrispondente a tale volo appare il Codice di Designazione. Se il Vettore emette un Biglietto per un servizio di trasporto operato da un altro Vettore, o se consegna il Bagaglio a nome e per conto di un altro Vettore, il Vettore agirà esclusivamente in qualità di agente a nome e per conto di predetto Vettore. Le disposizioni relative alla responsabilità in caso di trasporto consecutivo sono indicate nell’Articolo 17.     
(b) La responsabilità del Vettore non potrà superare l’importo del Danno diretto dimostrato, ed il Vettore non sarà in alcun modo responsabile per un Danno consequenziale o per qualsiasi tipo di Danno non compensativo.
(c)  Il Vettore non sarà responsabile di alcun Danno derivante dall’adempimento, da parte sua, delle leggi o regolamenti (leggi, regolamenti, ordinanze, requisiti e disposizioni) o dal mancato adempimento dei predetti da parte del Passeggero.
(d) Il Contratto di Trasporto, comprese le presenti Condizioni Generali di Trasporto e le esclusioni o limitazioni alla responsabilità ivi contenute, sarà applicato agli Agenti Autorizzati del Vettore, ai Partner in Code Share del Vettore, ai suoi funzionari, agenti, rappresentati, preposti e al proprietario dell’aeromobile utilizzato dal Vettore, oltre ai dipendenti e rappresentati di tale proprietario e agenti. L’ammontare recuperabile da parte delle suddette persone non potrà superare l’ammontare relativo alla responsabilità del Vettore.
(e) Qualora il Vettore dimostri che il Danno è stato provocato da negligenza, atto illecito o omissione da parte della persona che richiede il risarcimento o dal suo avente causa, il Vettore sarà totalmente o parzialmente esonerato dalla sua responsabilità, laddove tale negligenza, atto illecito o omissione abbia provocato o contribuito a provocare il Danno. Il presente paragrafo si applica a tutte le disposizioni di responsabilità contenute nelle presenti Condizioni di Trasporto, compreso, per chiarezza, l’Articolo 19.2.1.
(f) Salvo quanto diversamente stabilito, nessuna norma qui contenuta comporta rinuncia da parte del Vettore a qualsiasi esclusione o limitazione della responsabilità fissata per il Vettore, il proprietario dell’aeromobile utilizzato dal Vettore, suoi dipendenti, funzionari, agenti o rappresentanti ai sensi della Convenzione e della legislazione obbligatoria applicabile.

 

19.2 Disposizioni Applicabili a Voli Internazionali e Interni  

19.2.1 Danni fisici
(a) Fermo restando quanto disposto nelle rimanenti sezioni del presente Articolo 19.2.1, il Vettore sarà responsabile dei Danni subiti in caso di decesso o danni fisici, o di qualsiasi altra lesione subita dal Passeggero se l’incidente che ha provocato il danno si è prodotto a bordo dell’aereo o nel corso delle operazioni di imbarco e sbarco dei Passeggeri, ai sensi della Convenzione di Montreal.
(b) Il Vettore non sarà ritenuto responsabile di qualsiasi Danno nelle seguenti circostanze:      
Qualora il passeggero si trovi, a causa dell’età o dello stato mentale o fisico in condizioni tali che il trasporto aereo comporti per lo stesso qualsiasi rischio o pericolo, il Vettore non sarà responsabile né per l’aggravamento di tale stato, né per l’insorgere di qualsiasi malattia, lesione o invalidità, né per la morte, che siano attribuibili esclusivamente a tale stato. 
(c) Per Danni in conformità all’Articolo 19.2.1 (a) non superiori a 113.100 SDR per ciascun Passeggero, la responsabilità del Vettore non verrà esclusa o limitata. Tuttavia, il Vettore avrà il diritto di appellarsi all’Articolo 19.2.1 (e). Il Vettore non sarà responsabile per Danni in conformità all’Articolo 19.2.1 (a), nella misura in cui superino per ciascun Passeggero i 113.100 SDR, qualora dimostri che:       
(1) tale Danno non è stato provocato da negligenza o altro atto illecito o omissione del Vettore o dei suoi preposti o agenti; o       
(2) tale Danno sia causato esclusivamente da negligenza o da altro atto illecito o omissione del richiedente, del Passeggero di cui si esercitano i diritti o della persona da cui derivano i diritti esercitati o di un terzo.
(d) Il Vettore si riserva tutti i diritti di ricorso e surrogazione contro qualsiasi terzo.
(e) In caso di decesso o lesioni personali dovuti a un incidente aereo, come definito dall’articolo 28 della Convenzione e in conformità all’articolo 5 della Normativa (CE) No. 889/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 maggio 2002 che modifica la Normativa del Consiglio (CE) No. 2027/97 del 19 ottobre 1997, la/e persona/e pertinente/i indicata/e negli stessi riceverà/riceveranno un pagamento anticipato per permettergli / permettere loro di far fronte alle necessità immediate, tale anticipo sarà proporzionale al danno materiale subito. In caso di decesso, tale pagamento non sarà inferiore all’equivalente in euro di 16.000 SDR per Passeggero. Ai sensi della legge applicabile, tale pagamento verrà corrisposto entro 15 giorni dall’identificazione del Beneficiario.

In conformità all’articolo 5 della Normativa (CE) No. 889/2002 del 13 maggio 2002 e all’articolo 28 della Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, il pagamento di tale somma non costituirà riconoscimento di responsabilità e può essere detratto da qualsiasi ulteriore importo dovuto sulla base della responsabilità del Vettore.

Tale pagamento anticipato non sarà rimborsabile, fatta eccezione per i casi in cui la persona che ha ricevuto il pagamento anticipato non sia la persona che ha diritto al rimborso o laddove il danno sia stato causato da, o vi abbiano contribuito, negligenza, atto illecito o omissione da parte della persona che richiede il rimborso o della persona da cui quest’ultima deriva i propri diritti.

19.2.2 Danno Risultante da Ritardi
(a) Sono rimborsabili soltanto i Danni di cui sia dimostrato che risultano direttamente da un ritardo, con l'esclusione di qualsiasi Danno conseguente o qualsiasi altra forma di Danno differente dal Danno compensativo. Il Passeggero dovrà dimostrare l’esistenza di un Danno che sia conseguenza diretta del ritardo.
(b) La responsabilità del Vettore per qualsiasi Danno provocato da ritardo del trasporto aereo passeggeri sarà limitata a 4.694 SDR per ciascun Passeggero.
(c) La responsabilità del Vettore per qualsiasi Danno provocato da ritardo del trasporto aereo del Bagaglio sarà limitata a 1.131 SDR per ciascun Passeggero. A questo limite è applicato l’Articolo 19.2.3(c).
(d) Nonostante le disposizioni contenute nei sottoparagrafi (b) e (c) del presente Articolo, il Vettore non sarà responsabile per qualsiasi Danno provocato da ritardo, qualora dimostri che egli stesso e i propri dipendenti e incaricati hanno adottato tutte le misure che potevano essere richieste, in applicazione del proprio criterio ragionevole, per evitare il Danno, oppure che è stato loro impossibile adottarle.

19.2.3 Danno al Bagaglio
(a) In conformità all’articolo 17 della Convenzione di Montreal, il Vettore è responsabile per i Danni provocati dalla perdita o danno al Bagaglio Consegnato, con l’unica condizione che l’evento che ha provocato la perdita o il danno sia avvenuto a bordo dell’aeromobile o durante il periodo in cui il Vettore aveva in custodia il Bagaglio Consegnato.
(b) Esclusioni di responsabilità del Vettore:

  • La responsabilità del Vettore è esclusa se e nella misura in cui il Danno al Bagaglio derivi esclusivamente dalla natura dei Bagagli o da difetto o vizio intrinseco. Se il Bagaglio o gli oggetti personali contenuti nel medesimo provocano danni a un’altra persona o al Vettore, il Passeggero sarà tenuto a risarcire il Vettore per tutte le perdite e i costi che ne derivino.
  • Il Vettore non si assumerà alcuna responsabilità, oltre a quella indicata nel seguente sottoparagrafo (c), per Danni e/o perdite provocate a oggetti di valore, fragili o deperibili o oggetti non adeguatamente imballati.


(c)  Valore del Danno Rimborsabile:

  • La responsabilità del Vettore in caso di distruzione, perdita o danno al Bagaglio sarà limitata a 1.131 SDR per Passeggero. Nel caso in cui sia stato dichiarato un valore superiore, in conformità all’Articolo 10.2.3 (a), la responsabilità del Vettore sarà limitata al valore dichiarato, salvo nel caso in cui il Vettore sia in grado di dimostrare che tale valore era superiore all’interesse reale del Passeggero al momento della consegna del Bagaglio.
  • Per il Bagaglio Non Consegnato a bordo dell’aeromobile, il Vettore può essere responsabile solo in caso di negligenza dimostrata da parte del Vettore, dei suoi funzionari o agenti.

ARTICOLO 20: TERMINI PER RECLAMI E AZIONI LEGALI

20.1 Notifica di Reclami relativi al Bagaglio
(a) L’accettazione del Bagaglio Consegnato senza alcuna riserva avanzata al momento della consegna è, in prima istanza, una prova sufficiente del fatto che il Bagaglio è stato consegnato in buone condizioni e in conformità al Contratto di Trasporto, a meno che il Passeggero possa dimostrare il contrario. Tutti i Bagagli smarriti devono essere denunciati al Vettore al momento dell’arrivo del volo. Le dichiarazioni rilasciate successivamente non verranno prese in considerazione. Allo stesso modo, gli oggetti mancanti dal Bagaglio devono essere denunciati al Vettore il prima possibile. Le dichiarazioni rilasciate successivamente non verranno prese in considerazione. 
(b) In caso di danno, la persona che ha diritto alla consegna dovrà presentare reclamo al Vettore tempestivamente dopo la scoperta del danno e, al più tardi, entro 7 giorni dalla data di ricevimento in caso di Bagaglio Consegnato. In caso di ritardo, il reclamo deve essere presentato al più tardi entro 21 giorni dalla data in cui il Bagaglio è stato messo a sua disposizione. Ogni reclamo dovrà essere presentato per iscritto e consegnato o inviato entro i limiti succitati. Qualora entro i limiti temporali indicati non pervenga alcun reclamo, non potrà essere avviata alcuna azione contro il Vettore, salvo in caso di frode da parte dello stesso.

20.2 Azioni legali dei Passeggeri
Tutte le rivendicazioni ed i diritti al rimborso danni si estingueranno qualora non sia intentata alcuna azione entro un periodo di due anni a partire dalla data di arrivo a destinazione o dalla data in cui il velivolo avrebbe dovuto arrivare o dalla data in cui il Trasporto è terminato. Il metodo per calcolare tale periodo sarà determinato in conformità alle leggi del Tribunale incaricato del caso.

20.3 Rivendicazioni ed Azioni da Presentare per Iscritto
TUTTE LE RIVENDICAZIONI O AZIONI MENZIONATE NELL'ARTICOLO 20 DEVONO ESSERE PRESENTATE PER ISCRITTO, ENTRO I LIMITI TEMPORALI SPECIFICATI.

Articolo 1 - 5  
Articolo 6 - 10  
Articolo 11 - 15    
 

Inizio pagina
  • www.airfrance.com
  • www.skyteam.com