KLM Royal Dutch Airlines KLM Royal Dutch Airlines
 

Provi la Nuova cucina nordica a Copenhagen

Autentica, fresca, innovativa e sana: ecco le caratteristiche della Nuova cucina nordica, la rivoluzione gastronomica che ha ridefinito nell’ultimo decennio la cucina di quest’area geografica. L’epicentro è stato Copenhagen, città in cui i migliori chef provenienti dalla Danimarca, dalla Svezia, dalla Norvegia e dalla Finlandia si sono riuniti nel 2004 per un confronto ad alto livello. La posta in gioco era il futuro della Cucina nordica, ed i partecipanti decisero che ciò che serviva era un ritorno alle origini.

L’idea era quella di riportare il sapore della natura nei piatti nordici, usando ingredienti stagionali freschi, di mare o di terra. A bacche selvatiche locali, cavolo, aringa, segale ed altri prodotti nordici tradizionali venne nuovamente riservato un posto d’onore nei menù. Gli inverni bui e le lunghe sere d’estate fanno sì che i tuberi, le rape ed i frutti dei terreni del nord siano ricchi di gusto e vitamine. L’innovazione è stata un altro elemento importante: tecniche culinarie sperimentali e all’avanguardia hanno consentito lo sviluppo di una Nuova cucina nordica degna di nota a Copenhagen.

La rivoluzione culinaria ebbe inizio a Copenhagen
La rivoluzione culinaria ebbe inizio a Copenhagen

Copenhagen

Deliziosa, autentica ed esclusiva

Muschio piccante proveniente dalle foreste attorno a Copenhagen, salmone selvatico del Baltico e scampi delle Fær Øer: grazie a prodotti regionali speciali e tecniche culinarie innovative gli chef René Redzepi e Claus Meyer continuano a creare i piatti più esclusivi per i propri ospiti. Sotto la loro guida ispirata il ristorante Noma sulla Strandgade di Copenhagen è rimasto per molti anni ai vertici del mondo gastronomico. L’atmosfera è calda ed informale: talvolta gli chef vengono di persona ai tavoli per versare le salse dalle padelle e per raccontare agli ospiti l’origine del piatto.

Il grande successo del Noma ha dato il via ad una vera passione culinaria: oggi molti ristoranti di Copenhagen sono orgogliosi di servire piatti della Nuova cucina nordica, ciascuno con la propria interpretazione personale. Kodbyens Fiskebar, gestito dall’ex sommelier del Noma, Anders Selmer, è un fish bar dedicato ai prodotti delle acque dell’interno e dei dintorni della Danimarca. I piatti sono preparati in maniera semplice e gli ingredienti sono locali, pieni di sapore. Si accomodi al bar ed assaggi le cozze e le ostriche di Limfjord fresche e tutto ciò ad un ottimo prezzo.

Anche gli uomini che stanno dietro al ristorante BROR provengono dal Noma: sia Samuel Nutter che Victor Wagman vi lavoravano come chef in seconda. Anche in questo caso riscontriamo una preferenza per ingredienti autentici provenienti dal territorio danese, come scalogno, alghe, aringhe o rabarbaro. Le delizie culinarie che compongono il menù del BROR sono un mondo a sé. Creativi e soprattutto essenziali, i piatti del BROR sono una vera gioia per il palato. Provi i ravanelli con crema di nocciole speziata oppure le barbabietole con fiore di sambuco.

Tuberi e carote da Kiselgaarden

Rape biodinamiche

Le verdure fresche e gustose che sono trasformate in cucina da gourmet nei ristoranti di Copenhagen sono spesso originarie del villaggio di Ugerløse nella Selandia occidentale. Qui il giovane e talentuoso agricoltore Ask Rasmussen ed i suoi genitori Lisa ed Eigil coltivano carote, rape ed erbe aromatiche tradizionali danesi nella tenuta biodinamica di Kiselgaarden. L’argilla qui è più pesante rispetto alle zone più settentrionali, e ricca di minerali. Gli chef del Noma e di altri importanti ristoranti non vedono l’ora di accaparrarsi il raccolto di Kiselgaarden.