KLM Royal Dutch Airline
 

Il mistero della Sagrada Família

Se c’è qualcuno che ha lasciato il segno a Barcellona è senz’altro l’architetto Antoni Gaudí (1852-1926). Il suo grande capolavoro è naturalmente la Basílica de la Sagrada Família, famosa in tutto il mondo. Sebbene la sua costruzione ebbe inizio nel 1882, la basilica è tutt’ora incompleta. Infatti, ci vorranno ancora 30 anni circa affinché l’edificio venga completamente terminato.

I progetti iniziali per la basilica non furono realizzati da Gaudí, ma dall’architetto Francisco de Paula del Villar. Egli progettò una chiesa neogotica e ne iniziò la costruzione nel 1882. Tuttavia, dopo solo 1 anno, Gaudí gli subentrò. Dedicò quasi tutta la sua vita alla costruzione della sua Sagrada Família, "sua" perché Gaudí modificò drasticamente il progetto originale. Lo stile neogotico fu abbandonato e sostituito dal tipico stile modernista dell’architetto. Sfortunatamente, quando Gaudí morì (nel 1926), erano state completate solo 1 facciata, 1 torre, la nicchia semicircolare e la cripta.

I maestosi interni
Nuove torri della chiesa in costruzione

Improvvisazione continua

Dal momento che Gaudí improvvisava continuamente durante la costruzione, vi sono pochi progetti e modelli in scala della basilica. Ciononostante, gli attuali architetti hanno un’idea chiara delle intenzioni di Gaudí. Una volta completata, La Sagrada Família vanterà un totale di 18 torri. Con un’altezza da 90 a 120 metri, le torri lungo ciascuna delle 3 facciate rappresentano i 12 apostoli. Altre 4 torri rappresentano i 4 evangelisti; queste torri circonderanno la torre più grande, alta 170 metri, dedicata a Gesù Cristo. L’ultima torre, dedicata alla Vergine Maria, verrà costruita intorno alla nicchia semicircolare.

La cripta di Gaudì

Dopo la morte di Gaudí, la costruzione subì notevoli ritardi a causa della mancanza di fondi e della Guerra Civile Spagnola, e riprese a pieno ritmo solo a partire dagli anni ’50. Nel 2000, il tetto fu finalmente posizionato sulla navata centrale. Attualmente, i costruttori stanno lavorando soprattutto alla navata e alla facciata principale. Sebbene manchi ancora molto al completamento de La Sagrada Família, la basilica, la cripta e il museo sono aperti al pubblico. Se non soffre di vertigini o di claustrofobia, potrà inoltre visitare le torri. Prenda l’ascensore o percorra la lunga salita sino alla cima, per godere di una fantastica vista su Barcellona. Di notte, La Sagrada Família è splendidamente illuminata, mettendo ulteriormente in risalto la sua costruzione spigolosa; ecco perché si dice che la chiesa sia costruita utilizzando ossa.