Il suo browser non è aggiornato.
Per utilizzare in modo sicuro tutte le funzioni di KLM.com le consigliamo di aggiornare il suo browser o di utilizzarne un altro. Se continua con questa versione, alcune parti del sito web potrebbero non essere visualizzate o funzionare correttamente. Inoltre, con un browser aggiornato le sue informazioni personali sono più al sicuro.

 

La vista dal Cristo Redentor

Dalla cima del Corcovado, a 710 metri di altezza, il Cristo Redentore si erge sulla città di Rio. Con le sue braccia aperte, la statua protegge la città dal 1931. Alta 38 metri, la statua è il monumento più importante di Rio de Janeiro e attira centinaia di migliaia di turisti ogni anno.

A metà dell’800, il prete Pedro Maria Boss sognava di costruire una statua sulla cima del Corcovado. Tuttavia, fu soltanto nel 1921 che la chiesa riuscì a raccogliere i fondi necessari per avviare la costruzione della statua. Ci vollero 10 anni per completarla, ma ne valse la pena, visto che poche statue al mondo offrono una vista così spettacolare.

Tramonto al Cristo Redentor
Tramonto al Cristo Redentor

Rio de Janeiro

“Il Cristo Redentore fu costruito in Francia con blocchi di argilla e pesa 1145 tonnellate.”

Da Parigi a Rio

Il nome portoghese della statua è Cristo Redentor, ovvero Cristo Redentore. La massiccia statua è larga 28 metri e fu progettata dall’ingegnere Heitor da Silva Costa. Lo scultore polacco-francese Paul Landowski la realizzò a Parigi usando blocchi di argilla, che furono poi utilizzati a Rio per creare lo stampo in cui versare il cemento.

A piedi o in ascensore

Per raggiungere la statua, si può comodamente prendere un taxi o un tram ai piedi del Corcovado. Chi se la sente, può salire i 222 scalini verso la cima invece di prendere l’ascensore. Il panorama è davvero mozzafiato, con un’ampia visuale sul Pan di Zucchero, sulle favelas, sul centro di Rio e sulle scintillanti spiagge bianche. Adesso è facile capire perché il Cristo fu collocato proprio in questo luogo.

Il Cristo Redentor si erge sulla montagna

Una tazza di caffè nel parco

Dopo aver visitato il Cristo Redentor, si fermi ai piedi della montagna per visitare il Parque Lage. Questo prende il nome da un ricco industriale, Henrique Lage, che all’inizio del 20° secolo viveva in questa enorme tenuta con sua moglie, la cantante Gabriela Bezanzoni. Negli anni ’60, il parco fu aperto al pubblico. Una passeggiata nella foresta subtropicale nel parco è l’ideale per allontanarsi dalla folla. Per una tazza di forte caffè brasiliano, si rechi al bar all’interno della tenuta di Henrique.

La tenuta di Henrique Lage