KLM Royal Dutch Airlines KLM Royal Dutch Airlines
 

Una città con un cuore antico

La ricca storia di Lima è concentrata nel suo centro storico, conosciuto dai limeños come Cercado de Lima. L'architettura è composta da un’interessante collezione di basiliche, conventi, case e piazze risalenti al XVI secolo. Questo straordinario patrimonio culturale sulle rive del fiume Rimac è oggi patrimonio mondiale UNESCO.

Francisco Pizarro fondò la sua Ciudad de los Reyes, la "Città dei Re", nel 1535. Il nome non durò a lungo, ma la città divenne il centro del Sud America. Per 3 secoli, Lima fu la capitale politica, religiosa ed economica del Nuovo Mondo e la patria del viceré. Diverse autorità si stabilirono qui, rapidamente seguite da chiese, conventi, palazzi, ponti e piazze. Questi esempi straordinari di architettura coloniale evocano un'epoca passata.

Il monastero di San Francisco

Museo architettonico all'aria aperta

Parte del centro storico di Lima è indicato anche come "Damero de Pizarro" (Damiera di Pizarro). Ottenne tale nome poiché le strade furono disposte secondo un modello a griglia dritto e regolare. La zona è molto compatta e da Plaza Mayor, l'ex Plaza de Armas, la maggior parte dei monumenti è raggiungibile a piedi. Non perda d’occhio la Casa de Aliaga, la più antica casa coloniale della città e forse di tutto il Sud America, e anche il Palacio Torre Tagle, l'attuale sede del Ministero degli Affari Esteri.

Una delle attrazioni più suggestive è il complesso monastico di San Francisco, che comprende 3 chiese, 5 monasteri, una biblioteca e diverse cripte. Una guida la accompagnerà in un tour di 45 minuti tra gli imponenti edifici e gli interni classici, decorati con affreschi, dipinti, sculture in legno, migliaia di libri antichi rilegati in pelle e una stimabile collezione d'arte. Le cripte, che sino agli inizi del XIX secolo erano utilizzate come cimitero, sono il fiore all'occhiello del tour. Oltre 15.000 persone hanno trovato qui la loro ultima dimora.

Il famoso balcone

Passeggiando tra i monumenti della storica Lima, è difficile non notare i bellissimi balconi in legno. Alcuni esempi famosi sono quelli sulla facciata del Palazzo Arcivescovile, e i balconi della Casa de Pilatos, Casa del Oidor e Casa Negreiros. Poiché i balconi sono una parte caratteristica dell’architettura coloniale, la città ha incoraggiato i residenti ad adottarne uno. Questo farà sì che i balconi siano adeguatamente mantenuti e conservati come monumento culturale e storico.

+ Continuare a leggere

I balconi del Palazzo Arcivescovile
Lima, la città dei re

Lima rimane Lima

Ancora prima dell'arrivo di Francisco Pizarro, l’insediamento sul fiume veniva chiamato Lima. Nessuno sa con certezza da dove provenga questo nome. Potrebbe derivare dall’aymara, lingua locale per cui "lima-limaq" significa fiore giallo. L'origine può anche risiedere nella parola quechua "rimaq", che significa "oratore" e che gli spagnoli pronunciavano come "limaq". Anche se Pizarro battezzò la città con il nome promettente di Ciudad de los Reyes (Città dei Re), la gente ha continuato a chiamarla Lima.