KLM uses cookies.

KLM’s websites use cookies and similar technologies. KLM uses functional cookies to ensure that the websites operate properly and analytic cookies to make your user experience optimal. Third parties place marketing and other cookies on the websites to display personalised advertisements for you. These third parties may monitor your internet behaviour through these cookies. By clicking ‘agree’ next to this or by continuing to use this website, you thereby give consent for the placement of these cookies. If you would like to know more about cookies or adjusting your cookie settings, please read KLM’s cookie policy.

Il suo browser non è aggiornato.
Per utilizzare in modo sicuro tutte le funzioni di KLM.com le consigliamo di aggiornare il suo browser o di utilizzarne un altro. Se continua con questa versione, alcune parti del sito web potrebbero non essere visualizzate o funzionare correttamente. Inoltre, con un browser aggiornato le sue informazioni personali sono più al sicuro.

 

Berlino, una galleria d’arte vivente

Graffiti o arte di strada: a Berlino se ne trovano in abbondanza. Gli artisti di strada vedono la città come una grande tela su cui dipingere, regalandole l’atmosfera originale per cui è famosa. Ciò che rimane del Muro di Berlino è particolarmente ambito dagli artisti per dare sfogo ad ogni sorta di talento creativo. Che si trovi nella vecchia Berlino Ovest o Est, ogni quartiere è ricco di arte di strada: può addirittura partecipare a un tour speciale dedicato ai graffiti!

Uno slogan politico su un ponte che diventa arte, oppure un palcoscenico per i graffitari in una stazione di controllo della Guerra Fredda abbandonata: per oltre 4 decenni Berlino è stata utilizzata come un’enorme tela da artisti di ogni genere. La scena dei graffitari ebbe inizio alla fine degli anni ‘70 a Berlino Ovest e dopo la caduta del Muro nel 1989, quando l’arte di strada ottenne rapidamente una grande popolarità anche nella vecchia Berlino Est.

La East Side Gallery

I luoghi migliori per i graffiti

Berlino vanta un’ampia varietà di graffiti, da semplici scritte a vere e proprie opere d’arte. L’artista britannico di fama mondiale Bansky crea graffiti a sfondo politico e satirico, e il suo lavoro decora alcuni muri di Kreuzberg, Friedrichshain e Mitte. Uno dei suoi disegni più famosi qui rappresenta un astronauta e si trova sul lato di una casa. In altri punti della città si trovano lavori di altri famosi artisti, El Bocho, Emess ed Alias, senza dimenticare la East Side Gallery: con i suoi 1,3 chilometri di lunghezza, è il pezzo più lungo del Muro di Berlino che sia stato mantenuto intatto e trasformato in una galleria d’arte pubblica.

Tour alla scoperta dell’arte di strada

I numerosi tour alla scoperta dei graffiti di Berlino sono un ottimo modo per avvicinarsi a quest’arte. Un tour a piedi può essere l’occasione per comprenderne il significato e vedere all’opera artisti locali ed internazionali, che saranno lieti di spiegare ai visitatori le regole non scritte e i loro codici, la direzione che il movimento sta prendendo e i cambiamenti dovuti all’arte digitale.


Molti tour operator offrono inoltre la possibilità di partecipare ad un laboratorio di graffiti: all’interno di un’area industriale abbandonata o di una vecchia fabbrica, potrà imparare le basi dell’arte di creare graffiti con le bombolette spray, ad utilizzare stencil ed adesivi, a riconoscere opere e murales e a creare il proprio stile personale.

La galleria d’arte Tacheles, in un edificio occupato

Crediti fotografici

  • La East Side Gallery: PHOTOCREO Michal Bednarek, Shutterstock
  • La galleria d’arte Tacheles, in un edificio occupato: Luciano Mortula, Shutterstock