KLM uses cookies.

KLM’s websites use cookies and similar technologies. KLM uses functional cookies to ensure that the websites operate properly and analytic cookies to make your user experience optimal. Third parties place marketing and other cookies on the websites to display personalised advertisements for you. These third parties may monitor your internet behaviour through these cookies. By clicking ‘agree’ next to this or by continuing to use this website, you thereby give consent for the placement of these cookies. If you would like to know more about cookies or adjusting your cookie settings, please read KLM’s cookie policy.

Il suo browser non è aggiornato.
Per utilizzare in modo sicuro tutte le funzioni di KLM.com le consigliamo di aggiornare il suo browser o di utilizzarne un altro. Se continua con questa versione, alcune parti del sito web potrebbero non essere visualizzate o funzionare correttamente. Inoltre, con un browser aggiornato le sue informazioni personali sono più al sicuro.

 

La vita del grande maestro al Rembrandthuis

Rembrandt Harmenszoon van Rijn è uno dei più importanti pittori del Secolo d’oro olandese. Tra il 1639 ed il 1658 quest’artista dall’enorme influenza visse e lavorò in un’elegante casa situata nel cuore di Amsterdam. La Rembrandthuis, al 4 di Jodenbreestraat, è oggi un museo, che racconta la vita quotidiana del pittore.

Questa caratteristica casa di commercianti, dove Rembrandt trascorse 20 anni della propria vita, si trova nel bellissimo centro storico di Amsterdam. Dietro la pesante porta di legno potrete scoprire le stanze in cui il pittore viveva e l’atelier in cui ha creato molti dei suoi capolavori. La casa è stata restaurata e riportata all'antico splendore, con mobili, arte ed oggetti risalenti al 17° secolo ed alcune incisioni originali dell'artista. Una dritta: il museo ospita ogni giorno dimostrazioni di incisione e pittura che illustrano i metodi utilizzati dal grande maestro.

La casa di Rembrandt

Questo storico edificio fu costruito nel 1606/1607 in un quartiere all’epoca molto in voga tra i mercanti facoltosi e gli artisti di successo. Prima che Rembrandt vi si trasferisse era stato radicalmente rinnovato sotto l’occhio attento di Jacob van Campen, l’eminente architetto che progettò l’ex Municipio (oggi Palazzo Reale) su Piazza Dam. Rembrandt si trasferì qui nel 1639, all’apice del suo successo: era l’anno in cui gli fu commissionato un dipinto prestigioso, la celebre Ronda di Notte.
Nonostante le molte commissioni ricevute, Rembrandt non fu in grado di ripagare il mutuo per la costosa casa da mercante nei 20 anni in cui la abitò: ciò lo portò infine al fallimento, nel 1658, e di conseguenza sia la casa che i suoi possedimenti furono messi all’asta. L’aspetto positivo, per noi, è che fu stilato a beneficio dei suoi creditori un lungo elenco di quanto posseduto di Rembrandt. Ciò ha consentito di allestire la Rembrandthuis rispettandone il più possibile lo stile originale, con mobili ed oggetti che ci offrono uno scorcio sulla vita di Rembrandt.

+ Continuare a leggere

Utensili utilizzati da Rembrandt

Vedere posizione sulla mappa

Rembrandthuis, Jodenbreestraat 4, Amsterdam, Paesi Bassi

L’abitazione di Rembrandt
La Groote Schildercaemer

L’atelier del maestro

La stanza più ampia della Rembrandthuis è anche una delle più interessanti. La Groote Schildercaemer (grande stanza della pittura) era l’atelier del grande maestro, dove questi dipinse, disegnò ed incise alcuni dei suoi lavori più famosi. Si soffermi sulla particolare luce della stanza: le vetrate delle finestre fornivano un’incidenza di luce unica, che si riscopre nei dipinti di Rembrandt, le cui opere sono famose per i meravigliosi contrasti tra luce ed ombra, che catturano gli spettatori e li portano a vivere le scene intense dipinte dall’artista.

Le incisioni di Rembrandt

Oltre ad un’opera comprendente circa 300 dipinti e 2.000 disegni, Rembrandt produsse circa 290 incisioni. Durante la sua vita, il pittore fu famoso per le sue incisioni: i suoi lavori si caratterizzano per le linee disinvolte e l’eccezionale rappresentazione del chiaroscuro. Le incisioni, poiché relativamente facili da riprodurre, avevano un ampio pubblico, e gli estimatori dell’incisione del 17° secolo di tutta Europa speravano di poter possedere una delle opere grafiche di Rembrandt. La Rembrandthuis possiede la maggior parte delle incisioni dell’artista, una parte delle quali è esposta nella collezione permanente.

Incisioni di Rembrandt

Crediti fotografici

  • Utensili utilizzati da Rembrandt: Kotomi_, Flickr
  • L’abitazione di Rembrandt: SpirosK photography, Flickr
  • La Groote Schildercaemer: Kotomi_, Flickr
  • Incisioni di Rembrandt: Kotomi_, Flickr