KLM uses cookies.

KLM’s websites use cookies and similar technologies. KLM uses functional cookies to ensure that the websites operate properly and analytic cookies to make your user experience optimal. Third parties place marketing and other cookies on the websites to display personalised advertisements for you. These third parties may monitor your internet behaviour through these cookies. By clicking ‘agree’ next to this or by continuing to use this website, you thereby give consent for the placement of these cookies. If you would like to know more about cookies or adjusting your cookie settings, please read KLM’s cookie policy.

Il suo browser non è aggiornato.
Per utilizzare in modo sicuro tutte le funzioni di KLM.com le consigliamo di aggiornare il suo browser o di utilizzarne un altro. Se continua con questa versione, alcune parti del sito web potrebbero non essere visualizzate o funzionare correttamente. Inoltre, con un browser aggiornato le sue informazioni personali sono più al sicuro.

 

Oslomarka: la natura in metropolitana

Ad Oslo, i luoghi per godersi la vita all’aperto non mancano: sul litorale, passando da un’isoletta ombreggiata all’altra nel Fiordo di Oslo, o all’interno, esplorando l’Oslomarka al margine della città. Quest’area boschiva copre una superficie di 1.700 chilometri quadrati e comprende sentieri segnalati che toccano fresche vallate, colline verdi e casette rosse ai bordi di laghi dalle acque blu: tutto ad appena 15 minuti dal centro cittadino.

I norvegesi amano molto vivere immersi nella natura: quindi è un notevole vantaggio avere un’enorme foresta entro i confini di Oslo. Basta prendere la metropolitana verso Oslomarka, camminare per 15 minuti e, come per magia, ci si trova nel bel mezzo di una magnifica foresta. Può decidere per una breve passeggiata o per un’escursione più lunga: troverà decine di chalet in cui trascorrere la notte. Alcuni sono in modalità self-service mentre in altri la colazione e la cena sono servite dal personale. In poche parole: 3 magnifiche possibilità per godersi la natura a due passi dalla città.

Al capolinea della metropolitana: Sognsvann

Picnic sulle rive del Lago Sognsvann

In estate, il Lago Sognsvann è il luogo più popolare di tutta l’Oslomarka. Vicino alla città e facilmente raggiungibile in metropolitana (con la linea 3 fino al capolinea), il lago la accoglierà con le sue acque blu, lisce come l’olio, circondate dalle verdi chiome degli abeti.

+ Continuare a leggere

Vedere sulla mappa

Sognsvann, Oslomarka, Oslo

Frognerseteren: una cena in “stile dragone”

In 30 minuti, la linea 1 della metropolitana la porterà direttamente a Frognerseteren. Dalla torre di trasmissione di Tryvannstårnet partono decine di sentieri tracciati che si snodano attraverso i boschi ed offrono bellissimi panorami sulla città e sul fiordo. Può cenare al ristorante Frognerseteren, costruito nel 1891: questo edificio in legno è un magnifico esempio dell’architettura in “stile dragone”, la versione vichinga dell’art nouveau. Desidera dormire nei paraggi? Ritorni indietro in metropolitana di 5 fermate: accanto alla famosa struttura per il salto con gli sci troverà l’Holmenkollen Park Hotell, anch’esso un luogo storico.

+ Continuare a leggere

Architettura in “stile dragone”, il ristorante Frognerseteren

Vedere sulla mappa

Frognerseteren, Oslomarka, Oslo

Il lago Bjørnsjøen

Un fine settimana nello chalet Kikutstua

Un’escursione in giornata è sicuramente piacevole, ma i norvegesi preferiscono prolungarla per tutto il fine settimana. Una delle destinazioni più amate è Kikutstua, un lodge con stanze da 2 e 4 posti letto con bagno in comune, Wi-Fi, una lobby accogliente ed un ristorantino intimo. Lo chalet è situato sul lago Bjørnsjøen ed è il punto di partenza perfetto per escursioni in giornata; siamo a circa 12 chilometri a piedi dalla fermata di autobus più vicina, ma a richiesta è possibile usufruire del servizio trasporto bagagli.

+ Continuare a leggere

Vedere sulla mappa

Kikutstua, Oslomarka, Oslo

Crediti fotografici

  • Architettura in “stile dragone”, il ristorante Frognerseteren: Nuno Cardosa, Flickr
  • Il lago Bjørnsjøen: Mats, Flickr