Il suo browser non è aggiornato.
Per utilizzare in modo sicuro tutte le funzioni di KLM.com le consigliamo di aggiornare il suo browser o di utilizzarne un altro. Se continua con questa versione, alcune parti del sito web potrebbero non essere visualizzate o funzionare correttamente. Inoltre, con un browser aggiornato le sue informazioni personali sono più al sicuro.

 

Ammirare ed essere ammirati sulla Rambla

La Rambla è la strada pedonale più trafficata di Barcellona ed è estremamente popolare tra turisti e residenti. Questa strada lunga 1,2 chilometri è completamente pedonale e costeggiata da alti alberi. La Rambla offre un’ampia varietà di chioschi, bancarelle e artisti di strada ed è la via più animata di Barcellona dalle prime ore del mattino sino a notte inoltrata.

In origine la Rambla era un piccolo fiume che scorreva fuori dai confini della città. Nel 16° secolo, furono costruiti monasteri ed un’università sulle sue sponde. Tre secoli più tardi, le mura della città vennero demolite e sorsero molti altri edifici sulle sponde del fiume ormai prosciugato. Gli spagnoli la chiamano anche Las Ramblas, poiché la Rambla è in realtà costituita da 5 parti, che spesso prendono il nome da edifici che si trovavano su questa strada e che furano abbattuti.

Vista dall’alto de La Rambla
Vista dall’alto de La Rambla

Barcellona

Font de Canaletes

All’inizio de La Rambla

La Rambla inizia presso Plaça de Catalunya e La Rambla de Canaletes, che prende il nome dalla fontana Canaletes del 19° secolo. Il modo di dire spagnolo "beve acqua di Canaletes" indica la provenienza da Barcellona: la leggenda narra che chiunque beva dalla fontana continuerà a tornare in questa città. Segue La Rambla dels Estudis, che prende il nome da un’università del 16° secolo (Estudi General), demolita nel 1843. Quest’area comprende diversi edifici interessanti, come La Reial Acadèmia de Ciències i Arts, che ospita il primo orologio pubblico della città.

Bancarelle di fiori sulla Rambla de los Flors

La Rambla de Sant Joseph

La Rambla de Sant Joseph prende il nome da un monastero demolito, ma è conosciuta come La Rambla de los Flors (Rambla dei fiori). Questa parte de La Rambla termina nella piccola Plaça de la Boqueria, che contiene un mosaico del famoso artista Joan Miró. La Rambla dels Caputxins, chiamata come il precedente monastero di Cappuccini, vanta diverse attrazioni, come il teatro modernista Gran Teatre del Liceu e l’accesso alla Plaça Reial, una piazza del 19° secolo progettata da Antoni Gaudí. Sull’altro lato de La Rambla, nella strada laterale Nou de la Rambla, si trova uno dei primi edifici residenziali di Gaudí: lo splendido Palau Güell. Le forme curve sono un assaggio delle opere successive di Gaudí, come il Park Güell.

Il Monumento a Colombo a Port Vell

La Rambla de Santa Monica

L’ultima parte della strada è La Rambla de Santa Monica, che prende il nome da un monastero convertito in museo: il Centre d'Art Santa Mònica. Questa Rambla conduce verso una rotatoria al cui centro si erge il Monumento a Colombo, alto circa 60 metri. Proprio alla fine delle 5 Ramblas, troverà il Maremàgnum: un complesso con negozi, una sala Imax e persino un acquario.

Da artisti di strada a negozi di animali

Las Ramblas sono il cuore del brulicante centro città di Barcellona. Trascorra un fantastico pomeriggio con una caraffa di sangria su una delle numerose terrazze all’aria aperta. Talentuosi artisti di strada esibiscono la loro arte, creando un’atmosfera eccitante e offrendo innumerevoli occasioni per fare belle foto. La lunga strada conta un’ampia varietà di negozi di souvenir, ristoranti (di tapas), hotel, supermercati e negozi d’abbigliamento. Probabilmente meno usuali, ma molto famosi, sono i negozi di animali che vendono uccellini.

Artisti di strada sulla Rambla de Sant Joseph