KLM Royal Dutch Airlines KLM Royal Dutch Airlines
 

Piantagioni di zucchero lungo il fiume Suriname

Grazie al bestseller di Cynthia McLeod "Il prezzo della libertà", la storia coloniale del Suriname ha ottenuto fama internazionale. Per secoli, centinaia di migliaia di schiavi furono messi a lavorare in diverse piantagioni di canna da zucchero nella zona di Commewijne e del fiume Suriname. Varie agenzie di viaggio locali organizzano escursioni di un giorno ai siti storici dell’antica coltura dello zucchero.

Rust & Werk (Riposo & Lavoro), Goede Vrede (Buona Pace), Concordia: molte delle piantagioni risalenti al XVII e XVIII secolo in Suriname avevano nomi romantici, seppur nascondendo un mondo di sofferenza e oppressione. Al culmine del periodo della schiavitù c'erano più di 500 piantagioni con schiavi nella colonia olandese. In un primo momento venne coltivato solo lo zucchero, successivamente anche tè e cacao. Il Museo di Fort Zeelandia fa luce su questo periodo oscuro. Ancora più impressionante è la visita alle antiche piantagioni della zona di Commewijne.

Il distretto del Commewijne
Il distretto del Commewijne

Paramaribo

Piantagione Concordia

Una delle piantagioni che accolgono tour organizzati in barca o bicicletta è l’antica piantagione di canna da zucchero Concordia. Il terreno è in gran parte coperto da vegetazione e si respira un'atmosfera misteriosa, ma sotto le piante rampicanti e la fitta vegetazione si possono ancora distinguere i resti di un mulino ad acqua e di una fabbrica di zucchero del XIX secolo. La maggior parte delle guide racconta storie affascinanti sulla pesante e pericolosa stagione del raccolto della canna da zucchero. Il lavoro nella fabbrica però era altrettanto pericoloso, a causa del vapore o della melassa bollente. Le più antiche piantagioni della colonia erano situate nella zona superiore del fiume Commewijne.
Taxi boat sul fiume Commewijne

Patrimonio industriale a Mariënburg

Mariënburg fu fondata nel 1745 dalla proprietaria olandese di una piantagione, che piantò prima la canna da zucchero e in seguito anche il tè. Nel XIX secolo la piantagione attraversò momenti difficili e venne rilevata dalla Compagnia di Commercio Olandese. Nel 1882, la società commerciale fondò qui una fabbrica centrale di zucchero che produsse zucchero grezzo su larga scala fino al 1960. Una ferrovia di 60 km trasportava la canna da zucchero dalle piantagioni circostanti. I visitatori possono ammirare le rotaie visibilmente consumate e la fabbrica, così come un treno a vapore che sta scomparendo tra la vegetazione. Molti dei lavoratori giavanesi e indostani che sono stati impiegati nella fabbrica fino alla fine del secolo scorso vivono ancora in zona. Diversi ex dipendenti di una certa età offrono visite guidate e rivivono i vecchi tempi, condividendo fotografie in bianco e nero e aneddoti personali, in olandese e in inglese.
L’antica fabbrica di zucchero di Mariënburg

Surinaamsch Rumhuis

La maggior parte dello zucchero prodotto dalle piantagioni coloniali veniva spedito in Europa. Tuttavia, una piccola parte raggiungeva le distillerie locali, dove veniva trasformato in rum. La società SAB, nota a Paramaribo per i suoi Borgoe 82 (rum bruno) e Black Cat (rum bianco), è l'ultima distilleria di rum surinamese operativa. Presso la fabbrica troverete il Surinaamsch Rumhuis , un piccolo museo che organizza visite guidate. Dopo una spiegazione della storia e del processo di produzione, i visitatori possono assaggiare le diverse varietà di rum. In seguito potranno godersi le vedute sul fiume Suriname sorseggiando un delizioso cocktail a base di rum.

“Ammiri il panorama sul fiume Suriname sorseggiando un cocktail al rum”